menu

Telefono

Tel. 333 3111407
Lunedì – venerdì
ore 8.00 – 17.00

Appuntamenti

Segreteria aperta
su appuntamento

Sei interessato ai nostri corsi? Contattaci subito

Regolamento tecnico – settore Karate

  1. Programmi d’esame e regolamento gare

Il Regolamento Tecnico dell’Associazione si rifà al Regolamento Tecnico della Federazione Italiana Karate Tradizionale e Affini (FIKTA) alla quale è affiliata. Lo stesso principio vale per tutte le gare organizzate dalla Federazione sopra citata alle quali si partecipa come Associazione. Per le gare organizzate da altre sigle, vedi gli Enti di Promozione Sportiva o altro, ci si atterrà alle regole che le sigle stesse attueranno.

  1. Norme per poter sostenere gli esami in terni di cintura

Il Direttore Tecnico ha deciso di rifarsi ad un sistema di crediti come parametro per gli atleti che si sottopongono l’esame di cintura (Kyu). In sostanza pur rimanendo, ovviamente, invariati: il giudizio del Direttore Tecnico, i Programmi d’Esame federali e quindi i rispettivi tempi minimi di attesa tra un esame e l’altro, ci sarà una soglia minima di crediti da raggiungere che è pari a 108. I quali crediti si possono accumulare nei seguenti modi: A) partecipazione alle lezioni settimanali, B) partecipazione ad iniziative organizzate dall’Associazione, C) partecipazione ad iniziative esterne all’Associazione.

Il sistema dei crediti non è applicato agli atleti sotto i 7 anni d’età (Avviamento al Karate), per i quali non sono previsti esami di cintura. E’ prevista solo una prova mirata che dimostri una serie di apprendimenti “ad hoc”, calibrati per quella fascia d’età dal Direttore Tecnico, per l’ammissione alla cintura bianca 9° Kyu. Tale ammissione, ed i relativi tempi, sono a discrezione del Direttore Tecnico.

Gruppo A) partecipazioni alle lezioni settimanali: nessuna assenza 75 punti di credito, ogni assenza verrà sottratto 1 punto dai 75 punti di credito totali ipotetici. Comunque il totale dei punti di credito accumulati nel Gruppo A) non deve essere inferiore a 60. Il calcolo delle presenze/assenze è riferito ad una frequenza di due lezioni settimanali. Chi fa un percorso di lezione monosettimanale è chiaro che applicherà questo calcolo su due anni sportivi. Le situazioni particolari verranno prese in considerazione, caso per caso, dal Direttore Tecnico.

Gruppo B) partecipazione ad iniziative organizzate dal’Associazione: nessuna assenza 21 punti di credito (l’Associazione deve organizzare almeno 3 iniziative affinché sia possibile prendere in considerazione i crediti di questo gruppo).

Dimostrazioni varie (es. Festa del Paese o di Natale o di fine anno sportivo): 3 punti

Stage non residenziale (fino a 2 ore): 3 punti

Stage residenziale o esperienza residenziale (es. in montagna per più di un giorno): 5 punti

Gara Sociale: 1 punto

Il totale dei punti di credito accumulati nel Gruppo B) non deve essere inferiore a 9.

Gruppo C) partecipazione ad iniziative esterne all’Associazione: nessuna assenza 21 punti di credito (l’Associazione deve aderire almeno a 3 iniziative affinché sia possibile prendere in considerazione i crediti di questo gruppo).

Stage non residenziale (fino a 2 ore): 3 punti

Stage residenziale: 3 punti

Gara Sociale o Gara Federale: 5 punti

Il totale dei punti di credito accumulati nel Gruppo C) non deve essere inferiore a 9.

Per l’esame dell’eventuale sessione invernale si terrà conto della percentuale delle ore frequentate fino a quel momento (Gruppo A).

Per l’esame della sessione estiva verranno calcolate la percentuale delle ore frequentate e la partecipazione all’attività associativa (Gruppo A, Gruppo B, Gruppo C).

L’ammissione alla sessione d’esame è comunque di pertinenza del Direttore Tecnico.

 

  1. Anno Sportivo

L’attività sportiva ha inizio il 1° Settembre e termina il 31 Agosto.

Il calendario delle attività sportive svolte in palestre di istituti scolastici segue i calendari scolastici degli stessi istituti.

Il calendario dell’attività sportiva, sotto forma di lezione settimanale, per gli atleti dai 14 anni in poi si conclude il 31 Luglio.

La programmazione iniziale delle attività può subire, durante l’anno, delle variazioni dovute a fattori contingenti.

 

  1. Direzione Tecnica

Per quanto riguarda la Direzione Tecnica dell’Associazione e per il rispetto dei Programmi Federali, il Responsabile è il Maestro Carlo Rocco, che insindacabilmente vaglia: la preparazione degli atleti per sostenere la prova d’esame, la partecipazione alle gare e la partecipazione a qualsiasi altra iniziativa interna/esterna all’Associazione.

Anche la docenza durante le lezioni è di pertinenza del Direttore Tecnico che, a seconda delle necessità, può avvalersi della collaborazione di altri Insegnanti Tecnici o allievi ritenuti idonei all’insegnamento.

 

Caponago, 02 Settembre 2018

Il Direttore Tecnico

Sei interessato ad approfondire Regolamento tecnico – settore Karate?

Compila e invia il seguente modulo, saremo lieti di risponderti velocemente.